Lettere e autografi

Lotti consigliati

BELOT (Adolphe). Insieme di 21 lettere autografe, 19 firmate, al suo editore Edouard Dentu. Parigi, Trouville, Le Pouliguen et sl, 1872-1875 et sd. 39 pp. in-8 o in-12; 5 lettere sono scritte su carta da lutto. Nato a Pointe-à-Pitre (Guadalupa) nel 1829, Adolphe Belot era figlio di un avvocato di corte. Studia a Parigi e diventa avvocato. Dopo diversi viaggi nelle Americhe, si dedicò alla scrittura, scrivendo numerosi romanzi e opere teatrali. Morì a Parigi nel 1890. La maggior parte dei suoi libri fu pubblicata da Edouard Dentu (1830-1884), editore e libraio noto per essere stato il primo a pubblicare le opere di Allan Kardec. Questa corrispondenza si riferisce alla pubblicazione di alcuni dei suoi romanzi: Le Drame de la rue de la Paix (1867); La Femme de feu (1872); Une maison centrale de femmes (1875); Mme Vitel et Mlle Lelièvre (1875). Si parla di correzioni da apportare al testo, dell'invio delle bozze e degli ordini di stampa, della cessione dei diritti di Michel Lévy a Dentu, delle prove al Théâtre du Vaudeville, di inviti, di problemi di salute, ecc. In allegato: -BELOT (Adolphe). 5 lettere firmate, di cui 2 autografe, a vari corrispondenti. Parigi, 1873 e s.l.n.d., 10 pp. per lo più in-8. Due lettere, indirizzate a "Mon cher Marnet", riguardano il reclutamento di attrici per opere teatrali. - BELOT (Adolphe)]. 4 ritagli di giornale su di lui, incollati su un foglio. S.l., 1863-1864, 1 f. in-12 oblungo. Riguardano Les Indifférents, rappresentato al teatro Odéon nel 1863, e Trois nouvelles, pubblicato nello stesso anno. - BELOT (Adolphe)]. La Chronique illustrée. Rivista artistica e letteraria. Serie di due numeri (28 e 46). Parigi, 1871-1872, 8 pp. in-folio ripiegato, alcuni bordi sgualciti. Contiene due grandi ritratti di Belot, uno di Marquet e l'altro di Demare.

Stima 180 - 200 EUR

Edmond Rostand Autograph Manuscript Signed - Poeta e drammaturgo francese (1868-1918) noto soprattutto per l'opera Cyrano de Bergerac. Manoscritto autografo in francese, firmato "Edmond Rostand", una pagina, 8,25 x 11,5, marzo 1898. Rostand scrive una citazione diretta dalla sua famosa opera teatrale Cyrano de Bergerac, intitolata "Cyrano", per esteso: "Moi, c'est moralement que j'ai mes élégances. Non mi sono mai divertito tanto quanto un freluquet, Mais je suis plus soigné, si je suis moins coquet. Un affronto non del tutto superato, la coscienza Jaune encor de sommeil dans le coin de son oeil, Un onore sbiadito, degli scrupoli in pericolo... Ma io cammino, senza alcun dubbio su di me che non mi sento a mio agio, con la sua indipendenza e la sua franchigia; Ce n'est pas une taille avantageuse, c'est Mon âme que je cambre ainsi qu'en un corset, e tutto ricoperto di imprese che mi hanno colpito, Retroussant mon esprit ainsi qu'une moustache, Je fais, en traversant les groupes et les ronds. Sonner les vérités comme des éperons!". Tradotto in versi inglesi da Brian Hooker: "Porto i miei ornamenti sulla mia anima. Non mi vesto come un popinjay: ma interiormente conservo la mia delicatezza. Non mi porto dietro, per caso, un'offesa non ancora lavata, una coscienza gialla di bile non ancora espulsa, un onore logoro a stracci, un insieme di scrupoli mal consumati. Vado vestito di gemme invisibili, con pennacchi bianchi di libertà, ghirlandati Con il mio buon nome, senza la figura di un uomo, ma un'anima vestita di un'armatura lucente, appesa con le azioni per le decorazioni, che volteggiano così... un'arguzia irta, e che dondola al mio fianco Il coraggio, e sulle pietre di questa vecchia città Facendo risuonare la verità tagliente, come speroni d'oro!". Sul retro è presente un brano manoscritto non tradotto del critico letterario francese Charles Augustin Sainte-Beuve, firmato "Sainte-Beauve". In buone condizioni.

Stima 1.000 - 2.000 USD