Null Charles Alexandre MALFRAY (1887-1940)
Studio per la primavera.
Gruppo in br…
Descrizione

Charles Alexandre MALFRAY (1887-1940) Studio per la primavera. Gruppo in bronzo con patina marrone, monogramma CM, n° 1/8, timbro del fondatore Thinot Paris. Altezza: 21 cm Provenienza: Ex collezione Jean Claude Bellier.

108 

Charles Alexandre MALFRAY (1887-1940) Studio per la primavera. Gruppo in bronzo con patina marrone, monogramma CM, n° 1/8, timbro del fondatore Thinot Paris. Altezza: 21 cm Provenienza: Ex collezione Jean Claude Bellier.

Le offerte sono terminate per questo lotto. Visualizza i risultati

Forse ti piacerebbe anche

CHARLES MALFRAY (Orléans, 1887-Dijon, 1940). "Le Silence". 1916. Bronzo. Esemplare 6/8. Firmato e numerato in basso. Timbro del fondatore. Misure: 32 cm. di altezza. Questo corpo ripiegato su se stesso cerca di proteggersi da un esterno aggressivo. La figura, il cui volume arrotondato è limitato dal blocco di bronzo, vuole essere un omaggio ai combattenti della Prima Guerra Mondiale. Con "Il silenzio", Charles Malfray allegorizza la solitudine e l'impotenza di fronte alla violenza della guerra. Il dramma umano e lo stile d'avanguardia si fondono in quest'opera soggiogante. Charles Malfray era uno scultore francese. Figlio di uno scalpellino di Orléans, studiò all'École des Beaux-Arts di Orléans. A diciassette anni frequentò l'École des Arts Décoratifs di Parigi e l'École nationale supérieure des Beaux-Arts. Tuttavia, rifiuta l'insegnamento accademico della scuola ed è attratto dall'arte di Auguste Rodin e Antoine Bourdelle, che si trovavano a Montmartre. Malfray sopravvisse alla Prima guerra mondiale dopo essere stato gassato e aver partecipato alla battaglia di Verdun, ma rimase profondamente segnato dalle sue esperienze. Insieme al fratello, realizzò i monumenti ai caduti di Pithiviers (1920) e Orleans (1924), il cui modernismo fu molto discusso. Nel 1920 gli viene assegnato il Prix Blumenthal, ma a causa della sua malattia dovuta alla guerra, è sul punto di abbandonare la scultura. Tuttavia, nel 1931, l'amico Aristide Maillol lo nomina suo successore come professore all'Académie Ranson di Parigi. Negli anni successivi, Malfray ebbe molti allievi nel suo studio, tra cui Étienne Martin, François Stahly, Nessa Cohen e Jean Le Moal. Una strada di Orléans porta il nome di Rue Charles Malfray.